Visite: 2922

Gentili genitori,

Questa comunicazione ha lo scopo di fornirvi alcune informazioni riguardo al nostro istituto e al comportamento che dovranno tenere genitori e alunni durante il periodo dell’emergenza dovuta al virus Sars-Cov-2.

Gli spazi per permettere il distanziamento richiesto sono stati individuati e, grazie all’attenzione delle amministrazioni comunali, i lavori di piccola edilizia sono sostanzialmente terminati, a parte alcuni interventi che verranno effettuati in questi giorni.

Intanto il nostro personale sta provvedendo a sistemare e pulire i locali già disimpegnati dai lavori, posizionando anche i segnaposto per il distanziamento dei banchi e altra segnaletica.

In allegato potete trovare le disposizioni organizzative rivolte alle famiglie per i tre ordini di scuola, spero che siano sufficientemente chiare e che vengano rispettate da tutti con la dovuta attenzione.

Ogni plesso si sta organizzando, riguardo all’ingresso e all’uscita, in modo da utilizzare più entrate (se possibile) o ingressi/uscite scaglionati. Per la scuola primaria e la scuola secondaria le comunicazioni a questo proposito verranno pubblicate sul registro elettronico nei prossimi giorni, mentre per la scuola dell’infanzia verranno inviate tramite mail (utilizzando gli indirizzi comunicati al momento delle iscrizioni).

Come norma generale vorrei aggiungere che gli assembramenti sono anche conseguenza degli spazi disponibili. Così come all’interno degli edifici abbiamo provveduto ad ampliare i locali adibiti ad aule, anche all’esterno c’è l’esigenza di maggiori spazi, per questo motivo rinnovo l’invito, al di là dei divieti di transito già in essere in alcuni tratti di strada, a non impegnare le immediate vicinanze delle scuole con le automobili.

Segnalo che, a causa della carenza di docenti in servizio nella prima settimana, la scuola secondaria dovrà necessariamente funzionare con un orario ridotto (dalle 8 alle 13) sia nel plesso di Dubino che nel plesso di Delebio.

Mi scuso per questo disservizio, ma le carenze nell’organico, con l’orario ordinario, non permetterebbero di garantire la dovuta sicurezza nella sorveglianza degli alunni e anche con questa riduzione saremo in difficoltà a coprire tutte le ore di lezione. Ovviamente spero di poter avere la maggior parte dei docenti mancanti già entro la seconda settimana.

Le amministrazioni comunali sono già state avvisate e hanno provveduto a spostare provvisoriamente gli orari dei trasporti per le scuole secondarie dalle ore 14 alle ore 13.

E’ stato possibile spostare il trasporto comunale di Andalo e Rogolo solo alle ore 12:45, per questo motivo gli alunni della scuola secondaria di Delebio che ne usufruiscono usciranno per le ore 12:45.

Decisamente più tranquilla è la situazione dei docenti a disposizione nelle scuole dell’infanzia e primaria,  ma segnalo che  devono essere ancora individuati numerosi docenti di sostegno in tutti e tre gli ordini di scuola.

Siamo sempre in attesa di conoscere i numeri di organico aggiuntivo per la scuola dell’Infanzia assegnati a questo istituto, in modo da poter rivedere l’orario di funzionamento.

Nel periodo delle lezioni sarà fondamentale tenere un corretto comportamento e in caso di sintomatologia simil influenzale evitare di mandare i bambini a scuola, in allegato potete trovare anche uno schema riassuntivo di come si deve procedere in questi casi.

I sintomi più comuni di COVID-19 nei bambini:  febbre, tosse, cefalea, sintomi gastrointestinali (nausea/vomito, diarrea), faringodinia, dispnea, mialgie, rinorrea/congestione nasale.

I sintomi più comuni di COVID-19  nella popolazione generale: febbre, brividi, tosse, difficoltà respiratorie, perdita improvvisa dell’olfatto (anosmia) o diminuzione dell'olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia), rinorrea/congestione nasale, faringodinia, diarrea.

Ovviamente situazioni particolari, quali raffreddori da allergie o riniti croniche, dovranno essere certificate dal medico e valutate comunque dallo stesso come tali, almeno al primo insorgere dall’avvio della scuola.

Vorrei soffermarmi sulla temperatura. La legge prevede che con temperatura superiore ai 37,5 gradi non ci si possa recare al lavoro o a scuola. Ma vorrei evidenziare che negli anni passati, già con alcune linee di febbre e in presenza di un malessere palese dell’alunno,  la scuola ha ritenuto di chiamare le famiglie per provvedere al suo ritiro. Si continuerà anche in questo anno scolastico con questa procedura.

Sottolineo che non è possibile stabilire sin da ora quali decisioni verranno prese dalle autorità competenti nel caso di in cui un alunno o un docente dovesse risultare positivo al virus Sars-Covi-2, dipenderà anche dalla diffusione del virus sul territorio.

Nel mese di settembre la scuola metterà a punto il proprio Piano per la didattica  Integrata, per fare in modo che alunni e docenti non si trovino impreparati di fronte a possibili impedimenti a frequentare le lezioni in presenza.

Nel frattempo, senza attendere l’approvazione del piano, in tutte le classi di scuola primaria e nella prima classe della scuola secondaria si affronteranno gli aspetti tecnici che permettano l’interazione a distanza, mediante la piattaforma software del registro elettronico Spaggiari e Google Suite for Education, già utilizzate nel passato anno scolastico.

Tutto sarà fatto con la massima trasparenza nei confronti delle famiglie e nella piena consapevolezza che ad ogni fascia di età devono corrispondere richieste di differente complessità.

Nelle classi prime e nelle classi seconde della scuola primaria, questa sorta di prima alfabetizzazione dovrà inevitabilmente coinvolgere i genitori in prima persona, vista la fascia di età degli alunni.

Auguro a tutti un anno scolastico che, pur partendo tra mille difficoltà, si svolga in modo sereno e ordinato e si concluda in una situazione di piena normalità.

Il Dirigente scolastico

Marco Vaninetti

 

Torna all'inizio del contenuto